HOME

 

 

Marco Nardella-Romagnoli nasce a Napoli il 4 dicembre 1965 dove  si laurea con lode in Economia e Commercio nel 1992.

Interessato agli aspetti sociologici dellĠeconomia e ai meccanismi di comunicazione di massa si trasferisce a Milano dove  ammesso a frequentare il VII Master in Comunicazione dĠImpresa accr. ASFOR Publitalia Ġ80.

 

 

ESPERIENZE

Le prime esperienze lavorative nella comunicazione avvengono in Shandwick Group (1994) dove con progressiva autonomia segue tutti gli aspetti di comunicazione legati alle quotazioni in Borsa: relazioni stampa ed istituzionali, materiali stampati promo-publicitari, pubblicitˆ etc.

 

Le numerose relazioni nel settore moda e la progressiva importanza che la cultura aziendale comincia a rivestire anche in questo settore rendono utile e interessante il cambio di settore: entra infatti in Columbus/BB (1997), agenzia di comunicazione specializzata nel settore come responsabile dellĠufficio di Milano seguendo in particolare il seguenti clienti: Bally (Italia e coordinamento internazionale), Damiani, Lawrence Steele, Borsalino, il lancio della linea Burberry Prorsum. Anche in Columbus lĠesperienza  a 360Ħ: dallĠufficio stampa alla produzione delle campagne, dagli eventi alla  pianificazione.

 

LĠincontro col Gruppo IT Holding (1999) segna una tappa importante nel suo sviluppo professionale: prima responsabile della comunicazione di Romeo Gigli (brand acquisito da poco) poi, direttore ww dellĠufficio stampa del Gruppo (quotato in Borsa), dei suoi marchi (Romeo Gigli, Ext, Malo, Gentryportofino) e delle societˆ controllate (Allison, Ittierre etc)

 

A fine 2003 Marco Nardella entra in Gilmar Group come Direttore Comunicazione ww (coordinando un team di nove persone e tre uffici esteri) seguendo sia i marchi di proprietˆ (Iceberg e Gerani) che le new entry in licenza (Frankie Morello, Giambattista Valli) in tutti i loro aspetti di comunicazione integrata (budget e aspetti legali inclusi) e contribuendo a un notevole incremento della visibilitˆ aziendale

 

Nel 2006 la necessitˆ di seguire pro-tempore la riorganizzazione dellĠazienda agricola familiare lo porta ad un temporaneo allontanamento dallĠoperativitˆ del settore.

Nel mentre svolge attivitˆ di consulenza di marketing e comunicazione per il Polo della Qualitˆ – consorzio di 300 aziende della moda e oreficeria campana – seguendone il rebranding, lĠevento inaugurale alla presenza del Capo dello Stato, le strategie di posizionamento e reputazione. Svolge inoltre attivitˆ di copy per primarie aziende italiane del settore.

 

Nel 2007 rientra a Milano dove svolge attivitˆ di consulenza a favore di Attila&Co, agenzia di comunicazione integrata specializzata su prodotti ad alto valore aggiunto, in qualitˆ di Board Member e Communication Advisor.

In particolare svolge attivitˆ di supporto agli account sui contatti istituzionali di alto profilo, coordinamento trasversale interno delle attivitˆ di ufficio stampa, consulenza ai clienti sulle strategie di comunicazione. Alcuni dei clienti: Miss Sixty (moda), Inditex-Zara, White (fiera di moda), White Club (no profit association), Lana Merino The ProtegŽe project, M+F Girbaud (moda), Morellato, Shir˜ (accessori), Dimensione Danza, Neil Barrett, Milano Unica (evento In Season) etc.

 

Nel gennaio 2010 (fino ad ottobre 2013) entra come WW Communications and Marketing Director in Valentino Fashion Group con lĠincarico di

á      supervisionare la comunicazione del marchio dĠabbigliamento MCS Marlboro Classics nel percorso di transizione del Brand da Marlboro Classics ad MCS anche attraverso il supporto del pay-off  WeThePeople.

á      analizzare il posizionamento del brand e svilupparlo in documenti di sintesi in costante coordinamento con le altre funzioni interessate

á      internalizzare le attivitˆ di comunicazione fino al 2009 svolte dal licenziante – Philip Morris – in coordinamento con questĠultimo e lĠazienda.

á      coordinare un team di 9 persone e 8 uffici esteri.

á      gestire i cambiamenti di immagine, posizionamento, pr.

á      sviluppare e controllare gli strumenti a supporto del Trade, coordinare lĠimmagine del retail con le strategie di comunicazione.

á      Set up e sviluppo delle attivitaĠ di comunicazione on line, social network etc.

 

Attualmente  Fashion Industry Delegate presso il Ministero dello Sviluppo Economico, dove, a diretto riporto del vice ministro Ivan Scalfarotto, gestisce le relazioni con le principali associazioni di settore per favorirne lo sviluppo e le azioni in unĠottica di sistema. In particolare ha gestito come project leader MilanoXL, lĠevento di sistema frutto di un protocollo dĠintesa col Comune di Milano, Confindustria e Altagamma (durante la fashion week milanese di settembre 2017) avente lĠobiettivo di mostrare al mondo la cultura e la competitivitˆ della filiera italiana della moda.

 

COMPETENZE SVILUPPATE

Coordinamento di persone e mezzi su strategie, obiettivi e azioni di comunicazione relazionandosi con le altre funzioni aziendali (commerciale, licenze, amministrazione).

Grande attenzione allĠheritage e ai valori del brand in unĠottica di sviluppo della sua reputazione e notorietˆ.

Ottime relazioni nel sistema italiano dellĠinformazione, conoscenza di quelli esteri e capacitˆ di coordinamento di uffici locali.

Capacitˆ di interpretare e sviluppare lĠimmagine di unĠazienda dĠalta gamma in rapporto ai suoi obiettivi di business, confrontandosi con talenti creativi nazionali ed internazionali.

Conoscenza e comprensione delle relazioni tra il sistema moda e il mondo produttivo nazionale e internazionale, in unĠottica politica, sociale ed economica.